Login

I 5 elementi chiave del perfetto portfolio fotografico

Presentarsi bene, nel proprio lavoro, è il primo passo verso il successo. A maggior ragione se si tratta di un lavoro creativo! E per presentarsi bene non intendiamo vestirsi in giacca e cravatta agli incontri coi clienti, ovviamente, ma mettere in risalto le proprie creazioni in modo da farsi conoscere e da colpire l’osservatore.

Come farlo? Con un portfolio fotografico, che non puoi non avere all’interno del tuo sito web!

La questione sembra molto semplice: prendo le mie foto, le carico sul sito e voilà – il portfolio è pronto. Invece no: c’è ancora parecchia confusione al riguardo e tanti fotografi non sfruttano questo strumento come potrebbero… e dovrebbero.

In questo articolo affrontiamo la questione, spiegandoti esattamente cos’è un portfolio fotografico, quali caratteristiche deve avere e come realizzarlo al meglio.

Portfolio fotografico: cos’è e perché devi averne uno

Potremmo definire il portfolio come un insieme coerente di fotografie che ti raccontano come professionista. Non si tratta di un elemento narcisistico, ma di un vero e proprio strumento di marketing.

Le immagini che scegli di includere nel tuo portfolio fotografico, infatti, devono puntare a comunicare qualcosa di specifico: chi sei, che stile hai, di che tipo di fotografia ti occupi. Non sono solo riquadri messi lì, ma visti nel loro insieme devono trasmettere un significato… il che implica un ragionamento di fondo, da fare prima di creare questa sezione del tuo sito web.

“Ma ho proprio bisogno di un portfolio? Non bastano le foto che condivido sui social?”

Eh no che non bastano: se è vero che sui social puoi condividere alcuni dei tuoi scatti, lì manca l’elemento cruciale della coerenza – che è invece necessaria per comunicare il tuo messaggio.

Oltre a questo, devi considerare il tuo sito web come la tua casa o il tuo studio virtuale. Se dei clienti, durante un appuntamento, ti chiedono di visionare alcuni servizi fotografici che hai realizzato in passato… cosa fai? Non risponderai mica: “Guardate, fuori ho appeso alcune foto ai fili del bucato, se volete potete vederle lì”.

Ecco: così come le mostri in studio, devi riservare uno spazio dedicato alle tue fotografie anche sul sito web. Uno spazio ben organizzato, visibile da tutti coloro che arriveranno sul tuo sito, che metta in luce i tuoi punti di forza.

Portfolio versus blog: chi vince?

Un errore che vediamo fare spessissimo è quello di confondere il portfolio fotografico con il blog.

C’è chi ci chiede perché dovrebbe averli entrambi e chi usa il blog per pubblicare articoli pieni di foto e con giusto due righe di testo. E invece no, ripeti con noi: il blog non è un portfolio!

Il portfolio è una raccolta dei tuoi migliori lavori, che vengono mostrati attraverso le immagini. Certo, è bene accompagnare le fotografie con un breve testo, sia per spiegare all’utente cosa sta guardando sia per facilitare il posizionamento su Google.

Il blog invece contiene veri e propri articoli, il cui protagonista principale è il testo. Potrai inserire nel tuo piano editoriale qualche articolo in stile portfolio, in cui magari racconti un servizio fotografico particolare che hai realizzato e associ il testo a molte fotografie. In generale, però, i post dovranno avere come scopo quello di intercettare le ricerche degli utenti, fornendo loro informazioni utili e di valore.

C’è un vincitore, in questa eterna lotta fra portfolio fotografico e blog? No! Ognuno ha il suo obiettivo e le sue peculiarità e, nella maggior parte dei casi, è bene che il tuo sito li ospiti entrambi.

5 elementi fondamentali di un portfolio fotografico vincente

Ma veniamo alla parte più concreta: come strutturare un portfolio che sia veramente adatto a te? Ecco quelli che secondo noi sono i 5 pilastri che devi sempre tenere a mente:

1) Seleziona

Non ha senso inserire nel portfolio tutti i servizi fotografici che hai realizzato dall’inizio della tua carriera professionale ad oggi. Scegli solo quelli più rappresentativi, per ogni tipologia di servizio che realizzi o per ogni nicchia di mercato a cui ti rivolgi. Se ti occupi di tanti ambiti differenti e vuoi mostrare un po’ di tutto, usa la regola del tre: seleziona tre servizi per ciascun ambito, così aggiungerai già un elemento di coerenza.

2) Pensa ai tuoi clienti

Sì, anche in questo caso devi mettere i clienti al centro: è a loro che stai parlando, attraverso il tuo portfolio fotografico. Non cercare di dimostrare che sai occuparti di tutto un po’: scegli fotografie che mostrino le tue specializzazioni e che parlino a delle buyer personas specifiche. Sono proprio loro che devi convincere a sceglierti, facendo vedere di cosa sei capace.

3) Organizza le gallerie

Così come un sito è organizzato in pagine e un blog in categorie, il portfolio fotografico va suddiviso in gallerie. Puoi scegliere, ad esempio, di ordinarle in base al tipo di fotografie o ai clienti per cui hai realizzato i servizi. In ogni caso, è fondamentale che le gallerie siano intuitive e facilmente navigabili dall’utente… altrimenti, rischi di perderlo.

4) Portfolio e layout

Scegli il giusto layout per mostrare le tue fotografie, in base al tuo stile ma anche al tipo e alla quantità di immagini. Può essere un layout a griglia, a slider, con foto verticali o orizzontali. In questo caso, l’importante è che siano ben visibili e valorizzate – ma anche che la struttura non rallenti il caricamento del portfolio.

5) Non dimenticare il testo

Come abbiamo accennato prima, aggiungere un breve testo introduttivo per i vari lavori presentati nel tuo portfolio risulta cruciale. Sia perché così spieghi all’osservatore ciò che sta per vedere, sia per citare eventuali partner o collaboratori, sia (soprattutto!) perché puoi sfruttarlo per posizionarti su Google per parole chiave specifiche. Più visitatori al portfolio significa più potenziali clienti!

Quindi, ricapitolando: il tuo portfolio fotografico deve mostrare le immagini più rappresentative che hai scattato, comunicando un messaggio. Se vuoi lavorare come fotografo professionista (o se già lo fai e magari stai aggiornando il tuo sito proprio ora), non puoi prescindere da questo elemento. Prima di crearlo, passa in rassegna questi 5 pilastri uno a uno: sono tutti fondamentali per trasformare un semplice “elenco” di fotografie in un potente strumento di marketing per la tua attività.

Hai ancora qualche dubbio? Contattaci per una consulenza e ti aiuteremo a capire come districarli!

0 responses on "I 5 elementi chiave del perfetto portfolio fotografico"

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tomura S.R.L.S. - C.F. e P.IVA 02611920394 - CCIAA - REA: RA - 217209 - Abbiamo base a Ravenna e a Pesaro in Italia. Privacy Policy - Condizioni di utilizzo - Termini e condizioni per gli insegnanti