Login

5 idee per migliorare il tuo sito fotografico

Per promuovere la tua attività hai creato o hai fatto realizzare un sito fotografico. Benissimo, ma non puoi fermarti qui.

Sei sicuro di sfruttarlo al massimo delle sue potenzialità?

Rispondi a queste domande, il tuo sito web:

  • È visibile? Si trova facilmente tramite motori di ricerca?
  • È performante? Si carica velocemente?
  • Comunica correttamente i tuoi servizi, il tuo stile fotografico e i tuoi punti di forza?
  • E’ strutturato in modo che l’utente sia portato a seguire un percorso al suo interno?
  • E’ dotato di che stimolino il visitatore ad interagire con i tuoi contenuti?

Se hai risposto sì a queste domande, allora sei a buon punto. Il tuo sito è un ottimo canale di comunicazione della tua attività e ti aiuta davvero a presentare il tuo lavoro anche quando stai dormendo.

Inoltre è uno dei pochi spazi web di tua proprietà, pertanto dovrebbe essere al centro delle tue strategie di marketing digitale

Se invece hai risposto no, ecco qualche consiglio per migliorare il tuo sito fotografico.

1) Il posizionamento SEO

Come portare traffico al tuo sito senza spendere soldi in pubblicità diretta?
Con l’ottimizzazione dei tuoi contenuti, che in gergo si chiama SEO (acronimo di Search Engine Optimization).

Mettendo in atto queste tecniche, permetti ai motori di ricerca di individuare il tuo sito fotografico e posizionarlo per alcune parole chiave specifiche – quelle che avrai scelto tu in base ai clienti a cui ti vuoi rivolgere.

Per indicizzarsi bene, bastano alcuni piccoli accorgimenti:

  • Ricorda di includere il territorio o l’ambito in cui sei disposto a realizzare servizi. Se sei in un fotografo che lavora in una certa zona, devi fare in modo che in questa zona ti trovino.
  • Inserisci parole chiave relative alla fotografia in maniera chirurgica: non troppe (la SEO penalizza chi usa male le parole chiave), non poche, adeguate al contesto e anche specializzate.
  • Non dimenticarti di inserire collegamenti interni alle pagine e quando riesci fatti linkare da altri siti.

Ma il tuo sito è attualmente indicizzato? Per quali parole chiave?
Per scoprirlo puoi utilizzare alcuni tool davvero comodi come ScreamingFrog, con il quale potrai comprendere a pieno come il tuo sito viene visto dai motori di ricerca.

2. Controlla la performance del tuo sito fotografico

Ti è mai successo di entrare in un sito molto bello che ci mette una vita a caricarsi?

A volte il tempo di caricamento non dipende da te, ma dalla connessione.
In altri casi invece dipende dalle performance dell’hosting che hai scelto per ospitare il tuo sito web.

Il tempo medio di attesa che un utente è disposto ad aspettare per il caricamento di un sito web navigato tramite smartphone è di pochissimi secondi.

Uniscilo al fatto che anche Google premia con un miglior posizionamento i siti che funzionano velocemente: capisci subito che questa variabile diventa sempre più importante.

Quali sono le cause che rallentano il caricamento?

Può essere che tu abbia inserito delle immagini troppo grandi o che tu abbia scelto un hosting non adatto al tuo sito web. Oppure, ancora, che il codice o i plugin di wordpress installati appesantiscano il caricamento delle pagine.

Un tool molto utile per fare alcune verifiche gratuitamente è fornito direttamente da Google, un altro strumento più completo invece è Pingdom.

Nel caso il tuo hosting non fosse performante allora ti consigliamo di dare un’occhiata al lavoro dei ragazzi di Vhosting.

3. Investi davvero sui tuoi contenuti

Le foto sono sicuramente il punto focale del tuo lavoro, il “prodotto” che può sin da subito creare empatia con i potenziali clienti che stanno visitando il tuo sito fotografico.

Siccome ti occupi di comunicazione visiva, è indispensabile che le immagini siano uno dei punti di forza del sito, ma non devono essere l’unico contenuto.
Infatti tu non sei solo le tue foto: sei molto di più.

Pertanto è necessario pensare a contenuti di vario genere che permettano ad un visitatore che non ti conosce di scoprire la tua personalità, il tuo stile e come puoi essere davvero il fotografo giusto per i suoi bisogni.

Ricorda: troppe immagini, troppo testo, troppo tutto… stroppia.

Come scegliere i contenuti da caricare sul tuo sito web, allora?

Prima di tutto fai una selezione in base ai servizi che offri, dopodiché una selezione in base alle foto che meglio rappresentano il tuo stile. Soprattutto: scegli immagini che siano in diretta sinergia con i clienti con i quali desideri lavorare, le immagini che davvero desideri vendere.

Se desideri lavorare con uno specifico target di clienti, dovrai individuare quelle immagini che contengono riferimenti visivi in linea con le abitudini e la cultura del tuo pubblico (abiti, automobili, gioielli, ecc.).

Una selezione accurata ti aiuterà a creare relazione efficace con i tuoi potenziali clienti, quelli che davvero sono in linea con i tuoi servizi.

Per quanto riguarda le immagini, ricorda che le dimensioni contano. Nel bene e nel male devi trovare il giusto compromesso tra formato in pixel e kilobytes per non appesantire il caricamento del tuo sito.

Per ridimensionare al meglio le immagini ti consigliamo l’utilizzo di JpegMini.

4. Pensa a un’esperienza, non a una vetrina

La navigazione è un’esperienza: prendi il timone e guida il tuo visitatore all’interno del tuo sito.

Attraverso un percorso pensato a tavolino, hai la possibilità di guidare il tuo visitatore tra una pagina e l’altra, per fargli scoprire un po’ alla volta cosa puoi fare per lui.

Il tuo sito deve lavorare al tuo posto anche quando dormi, per questo rifletti sul metodo con il quale presenti il tuo lavoro quando hai un potenziale cliente davanti.

Ogni singolo step della tua presentazione è un passo in più verso la vendita, non una serie di sezioni scollegate tra loro.
Metteresti mai 50 fotografie sparpagliate a caso sul tavolo per presentarle al tuo cliente?

Se hai voglia di provare a progettare il tuo sito in modo strutturato, scopri il nuovo Adobe XD.

5. L’interazione è fondamentale

L’interazione è davvero importante all’interno del tuo sito: ti permette di comprendere se i contenuti che hai inserito stimolano il tuo visitatore ad interagirci.

Un video, un form do contatto oppure l’iscrizione a una newsletter sono solo alcuni esempi di tool che ti permettono di raccogliere dati o misurare in quale modo il tuo sito web viene navigato, quali contenuti funzionano e quali invece sono da cambiare.

Per studiare i comportamenti degli utenti sul tuo sito web puoi utilizzare Hotjar.

Se vuoi confrontarti con altri fotografi, puoi condividere la tua esperienza all’interno del gruppo “Marketing per fotografi – Tomura”.
Se invece preferisci parlarne direttamente con me, prenota una sessione gratuita su Skype e ci potremo confrontare per capire come sfruttare al meglio il tuo sito fotografico.

0 responses on "5 idee per migliorare il tuo sito fotografico"

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tomura S.R.L.S. - C.F. e P.IVA 02611920394 - CCIAA - REA: RA - 217209 - Abbiamo base a Ravenna e a Pesaro in Italia. Privacy Policy - Condizioni di utilizzo - Termini e condizioni per gli insegnanti