Accedi

5×5: 5 motivi per aprire un blog di fotografia e 5 regole per sfruttarlo al massimo!

Se non hai mai avuto un blog, potresti pensare che si tratti solo di un simpatico hobby per appassionati di scrittura. A maggior ragione visto che tu, in quanto fotografo, comunichi più con le immagini che con le parole.

Invece, lascia che ti sveliamo una cosa: avere un blog di fotografia può portare la tua attività a una svolta, facendoti fare un enorme passo avanti rispetto ai tuoi concorrenti.

In questo articolo ti spieghiamo proprio perché dovresti aprire subito un blog fotografico e come sfruttarne al massimo le potenzialità per farti conoscere e trovare nuovi clienti.

5 motivi per aprire il tuo blog di fotografia

“Perché io, fotografo, dovrei avere un blog?”

La domanda è lecita… o meglio, lo sarebbe, se fossimo negli anni ’90 e il blog fosse ancora un semplice diario online. La realtà è che, col tempo, è diventato un vero e proprio strumento di marketing – uno dei più efficaci!

Se vuoi lanciare la tua attività come fotografo professionista o farle fare un salto di qualità, al giorno d’oggi non puoi fare a meno di un blog. Noi ne siamo convinti, e dopo aver letto queste 5 motivazioni probabilmente lo sarai anche tu!

1. Il blog fotografico rinforza il tuo personal branding

Attraverso gli articoli che scriverai, il lettore (e potenziale cliente) imparerà a conoscerti meglio sotto tutti i punti di vista.

In un mercato saturo come quello della fotografia, il segreto per avere successo è quello di differenziarsi dalla concorrenza. Non solo scegliendo una nicchia ancora poco battuta, ma anche sapendo esprimere la propria unicità.

Il blog è un canale di comunicazione incredibilmente efficace e, se saprai sfruttarlo come si deve (fra poco ti spieghiamo tutto), ti permetterà di emergere rispetto ai tuoi concorrenti.

2. Il blog supporta il sito

Per la tua attività, è fondamentale che tu abbia un sito web. È la tua casa virtuale, lo spazio dove puoi raccontare il tuo lavoro e mostrare le tue fotografie.

La realtà però è che puoi avere il sito più bello del mondo, ma se non sei ben posizionato su Google rimani praticamente invisibile. Ecco: il blog è uno strumento molto utile per migliorare il posizionamento del tuo sito web all’interno della pagina dei risultati di Google.

Perché questo avvenga in modo efficace, dovrai seguire alcune regole nella scrittura – segnati l’acronimo SEO: ne riparleremo fra poco.

3. Il blog di fotografia fa sì che i clienti ti trovino

Questo potere magico del blog si chiama tecnicamente inbound marketing: una strategia che punta ad attirare l’attenzione dei potenziali clienti, attraverso strumenti come il blog e la SEO.

Non è un caso che questo sia lo stesso acronimo citato poco fa! La Search Engine Optimization è una serie di tecniche che sostanzialmente servono per comunicare a Google di cosa parlano i tuoi contenuti. In questo modo l’onnisciente motore di ricerca può categorizzare i tuoi articoli e usarli per rispondere alle domande degli utenti… che, per l’appunto, ti troveranno e, se risponderai adeguatamente al loro bisogno, ti sceglieranno trasformandosi in clienti.

4. Col blog ti costruisci una presenza online efficace

L’elemento chiave per trasformare un semplice lettore in cliente è proprio la tua capacità di costruirti una presenza significativa sul web.

Intendiamo dire che dovrai fornire valore a quel lettore, il che costruirà attorno a te una certa aura di autorevolezza. Tutto questo finirà per generare fiducia in chi ti legge, che quindi sarà molto propenso a sceglierti per il servizio fotografico di cui ha bisogno.

È difficile ottenere questo effetto semplicemente attraverso il sito web, se la persona non ti conosce: il blog fotografico invece è uno strumento perfetto per farlo.

5. Il blog di fotografia è un investimento

A questo punto, dovresti aver capito che un blog non è un semplice passatempo per riempire le tue ore libere (che fra l’altro, lo sappiamo, scarseggiano). È un vero e proprio investimento: di tempo – se lo curi tu – o di denaro – se lo fai seguire da un copywriter professionista.

In ogni caso, costa meno del marketing tradizionale e in termini di ROI è sicuramente più efficace degli annunci sul giornale locale o dei cartelloni affissi per strada… che ormai sono un po’ anacronistici, non trovi?

5 regole d’oro per il tuo blog di fotografia

A questo punto hai capito perché avere un blog fotografico può dare una svolta positiva alla tua attività… ma in che modo lo fa, esattamente?

Attraverso delle regole che devi tenere sempre a mente: da quando avvierai il blog, queste saranno la tua bibbia!

1. Un blog di fotografia non è un portfolio

Prima e fondamentale regola: non creare post che siano semplicemente gallerie delle tue foto – per quello, esiste l’apposita sezione “portfolio” del sito. Gli articoli dovranno essere dotati di testo: non per forza un papiro, ma abbastanza corposo da essere notato da Google.

2. No agli articoli autoreferenziali, sì a quelli che forniscono valore

Ogni volta che stai per scrivere qualcosa sul tuo blog di fotografia, chiediti perché un utente dovrebbe leggerlo. Ricordati che devi dirgli qualcosa di utile, rispondendo alle sue ipotetiche domande.

3. Prima fai ricerca, poi scrivi

Devi conoscere alla perfezione il tuo mercato di riferimento, il target a cui ti rivolgi, cosa dicono i competitor nei loro blog – e cosa non dicono. Solo dopo aver fatto delle ricerche approfondite, potrai scrivere post efficaci.

4. Scrivi testi SEO-friendly

I tuoi articoli non dovranno essere scritti a caso: dovrai costruirli attorno a una (o più) parole chiave. Questo ti servirà per intercettare le ricerche degli utenti, che – non dimenticarlo mai – sono i tuoi potenziali clienti, e a dar loro la risposta migliore possibile.

5. Il blog è uno strumento di marketing

Questa, più che una regola, è un mantra che devi continuare a ripeterti per ricordarti che le visite al blog non sono il fattore che ti deve interessare di più. Certo: fanno bene, perché più traffico arriva più la tua posizione su Google migliora – e più diventa probabile che fra tutti gli utenti che accedono al tuo sito si nascondano dei futuri clienti.

Il punto è che quello che deve interessarti di più è proprio il tasso di conversione, ovvero quanti lettori del blog fanno poi uno step ulteriore verso di te – chiedendoti un preventivo o scegliendoti come fotografo.

Quello che vogliamo che ti porti a casa, dopo aver letto questo articolo, è la consapevolezza della potenza che un blog di fotografia può avere. In base ai tuoi obiettivi di business, potrai tarare questo strumento e usarlo nel modo che più si addice alla tua attività per portarla al livello successivo.

Prima lo avvierai, maggiore sarà il tuo vantaggio rispetto ai competitor – che ancora, per la maggior parte, non stanno sfruttando il potere di questo mezzo.

Ovviamente, un articolo solo non basta per spiegarti in modo dettagliato come impostare il tuo blog, come decidere gli argomenti di cui parlare o come strutturare un articolo. Abbiamo pensato anche a questo, però, realizzando Scatta col Blog: un corso online completo che ti spiegherà tutto quello che devi sapere per aprire il tuo blog fotografico e farlo funzionare al massimo.

Accedi subito al corso e alle lezioni gratuite!

0 Giudizi su "5x5: 5 motivi per aprire un blog di fotografia e 5 regole per sfruttarlo al massimo!"

Lascia un Messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tomura S.R.L.S. - C.F. e P.IVA 02611920394 - CCIAA - REA: RA - 217209 - Abbiamo base a Ravenna e a Pesaro in Italia. Privacy Policy - Condizioni di utilizzo - Termini e condizioni per gli insegnanti Diventa un insegnante