Login

Come individuare il tuo target e aumentare le vendite

Sicuramente avrai già sentito parare di target, ma come fare a riconoscerlo, identificarlo e soprattutto quali vantaggi avrai nel farlo?

In questo articolo ti spiegherò non solo perché identificare il target è fondamentale per la tua azienda, ma ti darò anche dei consigli per riuscire facilmente a riconoscerlo. Cominciamo!

Cos’è il target?

La parola target, dall’inglese bersaglio, è un concetto economico che indica l’obiettivo, cioè il traguardo che vuoi raggiungere in una determinata strategia. Questa strategia può essere:

  • finanziaria
  • commerciale
  • aziendale
  • di marketing

Sostanzialmente il target rappresenta le persone alle quali la tua azienda deve rivolgersi per avere successo.

A cosa ti serve definire il target?

Qualsiasi decisione tu prenda per la tua azienda deve essere basata sul tuo target di riferimento. Scegliere quali canali di comunicazione utilizzare, i contenuti, come utilizzare la SEO e che tipo di advertising fare: tutto questo parte dal target, cioè dall’essere consapevole di chi sono i tuoi potenziali clienti.

Se ancora non hai identificato il tuo target, è arrivato il momento che tu ti metta al lavoro. Inizia subito, non domani, non dopo: ora.

Target e Segmentazione

Il target è fondamentale anche per un’ulteriore attività di mercato: la segmentazione. La segmentazione individua le parti del mercato potenziali, che possono cioè essere considerate come obiettivi, raggiungibili con diverse combinazioni chiamate marketing mix.

Ti sembra difficile? Non temere, devi solo abituarti e familiarizzare con questi nuovi termini. Quello che dovrai fare è scegliere obiettivi ben precisi e utilizzare una strategia di marketing che ti aiuti a comprendere i bisogni del tuo target.

Differenzia la tua offerta

Come imprenditore puoi scegliere di porti sul mercato in due modi: proponendo un’offerta differenziata, cioè ogni target potenziale avrà un’offerta specifica, o indifferenziata cioè un’unica soluzione per tutti i consumatori.

Ciò che devi ricordare è che l’idea di poter vendere indistintamente a tutto il mercato è irrealistica e soprattutto richiederebbe un enorme budget: più sarà ampio il numero di persone a cui ti rivolgerai, più dovrai investire denaro per raggiungerle. Porsi in maniera indifferenziata, senza avere un target specifico, causa:

  • confusione
  • la necessità di investire una larga fetta del budget per definire gli obiettivi della tua campagna promozionale
  • il rischio, molto concreto, di non essere allineato con i bisogni del tuo target di riferimento

Utilizzare la segmentazione, invece, ti consentirà di determinare un insieme di target differenti, adatti al tuo prodotto o servizio, chiamati target group.

Come utilizzare il target group

Definire i tuoi obiettivi ti permetterà di capire a chi ti stai rivolgendo e di comunicarlo al tuo comparto di marketing. Ricorda che gli obietti del marketing non devono essere identici a quelli del tuo reparto di comunicazione.

Il target group ti sarà utile, nel campo del marketing, per attirare nuovi clienti. Nel campo della comunicazione, invece, potrai utilizzarlo per capire l’efficacia della tua strategia. Per farlo puoi utilizzare il KPI, key performance indicator, un indicatore che ti permetterà di analizzare i tuoi risultati e comprendere se sei riuscito ad attrarre il tuo target potenziale.

Obiettivi di marketing e di comunicazione

È frequente, quando ci si interfaccia per la prima volta con queste dinamiche, confondere gli obiettivi del marketing con quelli della comunicazione. Tieni a mente che sono due tematiche profondamente differenti e che, come tali, hanno bisogno di approcci diversi.

Comprendere le loro differenze ti permetterà di avere una comunicazione più efficace durante i brief con i tuoi collaboratori e la consapevolezza che, se il marketing non porta i risultati sperati, è solamente perché non viene utilizzato in maniera corretta.

6 modi per definire il tuo target

Il marketing è una scienza sociale che ti permetterà di avere risultati in tanti modi diversi. Ecco qualche consiglio per identificare il tuo target e massimizzare le vendite: puoi usarli subito, da solo e senza l’aiuto di consulenti o figure professionali!

1. Analizza i problemi del cliente per capire quali sei in grado di risolvere

Il tuo compito è comprendere le necessità del tuo cliente e capire se puoi soddisfarle: dovrai avere un atteggiamento attivo nei confronti del tuo target. Ciò che devi fare è trovare nuove e più efficaci soluzioni per problemi che già conosci.

Un chiaro esempio di questo tipo di atteggiamento lo vediamo negli autogrill: non è certo un caso se alcuni prodotti vengono esposti proprio accanto alle casse. Il commerciante, con questo tipo di posizionamento strategico, si assicura che i suoi clienti vedano chiaramente i prodotti che potrebbero desiderare: per farlo ha analizzato i bisogni del suo target e ne ha individuate le potenzialità.

2. Crea un ritratto del tuo cliente tipo

Sulla base dei bisogni individuati (prima determini il problema, poi il target) elenchi le tipologie di persone che potrebbero essere interessate al tuo servizio, o prodotto, e crei un identikit dei tuoi clienti. Vai cioè a identificare le loro caratteristiche comuni come localizzazione geografica, sesso, istruzione, stato civile, ecc. Tutte informazioni che puoi facilmente reperire sui social media. Questo passaggio è fondamentale: il 95% dei problemi che ci vengono sottoposti derivano dalla mancata conoscenza del proprio target.

3. Identifica quale fascia del tuo target ha maggiormente bisogno del tuo servizio, o prodotto

Devi riuscire a identificare quei clienti che, se non utilizzassero il tuo prodotto o servizio, finirebbero con l’avere dei pesanti svantaggi. La difficoltà sta nel fatto che, spesso, questo tipo di analisi si basa su bisogni non evidenti del consumatore: conoscere il tuo target ti permetterà di creare soluzioni adeguate alle sue necessità.

4. Concentrati sulle nicchie di mercato

Viviamo in un mondo composto da segmenti di mercato che diventano di giorno in giorno più specifici. Un buon modo per decidere a quale nicchia di mercato rivolgerti è chiederti con che tipo di clienti preferisci lavorare, e se hai delle preferenze in termini di posizione geografica, situazione professionale, ecc.

Se fatichi a identificarli, prova a fare il ragionamento opposto e concentrati con chi non vuoi lavorare. Esamina le esperienze negative della tua vita lavorativa e traducile in qualcosa di propositivo, rifiutandoti ad esempio di lavorare con persone ritardatarie o che svalutino il tuo lavoro.

5. Definisci il tipo di competenze che offri al tuo target

Questo ti servirà a facilitare la comunicazione con il tuo cliente: se hai già delle capacità relative ad un determinato ambito, sarà più facile per te interfacciarti con i professionisti del settore: ti muoverai in un ambiente per te noto e farlo sarà dunque più semplice.

Prima di lanciarti in nuovi mercati devi sempre considerare la tua esperienza personale nel campo e verificare in che modo il tuo target possa esservi associato. Vista la varietà delle offerte di prodotti o servizi presenti oggi sul mercato, è importante differenziarti. Avere una specificità ti aiuterà ad essere più credibile ed autorevole rispetto ad altri professionisti che offrono servizi tra loro identici.

6. Identifica i tuoi concorrenti

Se sei arrivato fin qui effettuando tutti gli step precedenti, guardarti intorno e identificare i tuoi concorrenti dovrebbe essere semplice: hai già analizzato le potenzialità della tua offerta, il tuo target e le nicchie di mercato in cui sarà più semplice muoverti.

Quello che devi ricordare ora, è di delimitare chiaramente i limiti della tua offerta. Non è realistico pensare di poter soddisfare ogni tipo di bisogno del tuo cliente, e cercare di farlo ti porrebbe di fronte ad una gamma di concorrenti potenzialmente infinita. Avere tanti competitor impone strategie di mercato ampie e dispendiose e, soprattutto all’inizio, sono pochi gli imprenditori che possono permettersi budget altissimi.

Cosa fare dopo l’analisi del target

I passi successivi ad una corretta analisi del target sono: creare un market plan, capire in quanto tempo vuoi raggiungere i tuoi traguardi e definire il budget a tua disposizione. È importante che tu abbia obiettivi chiari e concreti, perché solo così potrai muoverti consapevolmente e attuare delle strategie di marketing low cost per consolidare la tua presenza sul mercato.

Identificare correttamente il tuo target di riferimento ti farà avere una strategia di marketing vincente: attuandola arriverai al tuo obiettivo, attirerai una clientela adatta al tuo prodotto riuscirai a guadagnare di più. Identificare adeguatamente il tuo target è, quindi, fondamentale per te e per la tua azienda


Ti parlerò nei prossimi articoli di questo e molto altro ancora, quindi continua a seguirci qui sul blog e sui nostri canali social. Se hai qualche dubbio, puoi richiedere una consulenza gratuita e personalizzata con il team di Tomura cliccando qui!

Foto di irinakeinanen da Pixabay

12/10/2020

3 responses on "Come individuare il tuo target e aumentare le vendite"

  1. Bravi, consigli utilissimi e chiari.

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tomura S.R.L.S. - C.F. e P.IVA 02611920394 - CCIAA - REA: RA - 217209 - Abbiamo base a Ravenna e a Pesaro in Italia. Privacy Policy  Cookie Policy Termini e Condizioni