Login

Conosci te stesso e crea la tua professione con l’analisi SWOT

Prima di avviare la tua attività di fotografo professionista, hai fatto un’analisi SWOT?
Come sarebbe a dire che non sai cosa sia l’analisi SWOT?!
Continua a leggere: dopo una piccola premessa te lo spiegherò nel dettaglio…

Te ne sarai accorto anche tu: gestire un’attività è un po’ come organizzare un grande viaggio.
Per quanta passione e istinto tu ci possa mettere, se non crei un piano di viaggio finirai col perdere il treno o col ritrovarti senza un posto dove dormire.

Se la pianificazione è l’anima di un viaggio ben organizzato, la gestione strategica è il cuore di un’attività che funziona.

Due sono gli snodi di una gestione strategica:
conoscere bene i tuoi clienti e comprendere i punti di forza e di debolezza della tua attività.

Di come comprendere meglio i tuoi clienti e capirne il valore abbiamo già parlato. In questo articolo ti illustriamo come pianificare il tuo lavoro con l’analisi SWOT.

Analisi SWOT: cos’è?

SWOT è un acronimo di quattro parole inglesi ovvero:

  • Strenghts (punti di forza)
  • Weaknesses (punti di debolezza)
  • Opportunities (opportunità)
  • Threats (minacce)

Inserite in un quadro cartesiano, queste variabili ti permettono di capire come pianificare la tua strategia e concentrare le energie e il lavoro.

I primi due fattori dell’analisi SWOT – punti forza e di debolezza – sono fattori interni all’attività, mentre le opportunità e i rischi sono fattori esterni sui quali hai un limitato controllo… ma che è bene comunque prevedere e gestire nel limite del possibile.

Facciamo un esempio per capirci meglio:

Ho uno studio specializzato in servizi fotografici per i matrimoni: cosa mi rende davvero differente dagli altri studi e dagli altri fotografi del settore?
Il mio punto di forza potrebbe essere basato sullo stile fotografico davvero particolare, magari vintage, che quindi mi differenzia dagli altri. Oppure potrei aver investito su un’esperienza cliente davvero innovativa o ancora potrei offrire soluzioni e pacchetti basati sulle novità in maniera costante (drone, photo booth e così via).

L’altra parte dell’analisi SWOT invece è utile per identificare i punti di debolezza, ad esempio la poca capacità di vendere o di trattare commercialmente con il cliente, lo stile fotografico utilizzato poco coerente con lo stile odierno, eccetera.

L’opportunità è che negli ultimi anni lo stile vintage è molto in voga, la minaccia è che, essendo una moda, potrebbe finire da un momento all’altro.

Abbastanza chiaro?

A cosa serve l’analisi SWOT, nello specifico?

Un tipo di analisi come questa, se realizzata più volte durante la tua vita professionale, ti permette di capire come porti strategicamente sul mercato e di prevedere scenari di vendita. Insomma, ti aiuta a capire quale strada percorrere per fare bene il tuo lavoro.

“Ma se la mia è un’attività già avviata?”

L’analisi SWOT ti può aiutare a indagare se stai andando nella direzione giusta o se è cambiato qualcosa da quando hai cominciato il tuo lavoro.

E’ sempre il momento giusto per dedicarsi a questo tipo di indagine!

E tu hai mai fatto un’analisi SWOT per la tua attività? Raccontacelo nei commenti!

Se vorresti approcciarti a questo metodo ma non sai come fare, puoi prenotare una prima consulenza gratuita con noi e ti aiuteremo a scandagliare i tuoi punti di forza e di debolezza…

0 responses on "Conosci te stesso e crea la tua professione con l'analisi SWOT"

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tomura S.R.L.S. - C.F. e P.IVA 02611920394 - CCIAA - REA: RA - 217209 - Abbiamo base a Ravenna e a Pesaro in Italia. Privacy Policy  Cookie Policy Termini e Condizioni