Login

L’impatto del Covid-19 sul valore del tuo brand.

Andrà davvero tutto bene? Forse. In questo articolo vogliamo fare con te una riflessione approfondita sull'emergenza mondiale e l'impatto sul brand.

Ti parlo di Brand. Si, hai capito bene, questo è un articolo che voglio scrivere per darti alcuni strumenti utili al fine di fare una analisi di scenario sul tuo futuro aziendale. Qual è l’impatto del Covid-19 sul valore del tuo brand?

Andrà davvero tutto bene? E’ doveroso fare una riflessione sull’impatto del Covid-19 sui brand globali e locali. E ovviamente anche sul tuo. Quando ti proponiamo di fare una analisi di scenario partiamo sempre da una visione MACRO. Ovvero cosa succede sul pianeta Terra.

Il Macro Scenario

Da una prima stima Doxa sul futuro delle imprese italiane e dell’impatto attuale del coronavirus emerge che i 500 principali brand del mondo potrebbero perdere fino a 1 trilione di euro, cioè un miliardo di miliardi, di valore originato da immagine e reputazione. L’immagine che trovi qui sotto spiega quali settori hanno avuto un impatto più alto e quali settori soffrono meno l’effetto della pandemia.

Tra il 1 gennaio e il 18 marzo 2020 tutti i 36 settori considerati hanno perso valore di impresa. I settori che hanno perso maggiore valore sono aerospazio, energia, turismo, abbigliamento e banche. Quelli che hanno meno risentito della crisi sono: prodotti per la casa, utility, telecomunicazioni, alimentari, farmaceutico. Anche tra i settori che perdono più valore ci sono sotto sotto-settori e brand che hanno delle buone prospettive come Amazon, Netflix, WhatsApp, Skype, Zoom.

Eh si, hai capito proprio bene. Anche in un momento come questo ci sono settori che risentono meno la crisi e settori che addirittura crescono.

Che ruolo ha il brand?

E’ il momento di riportare questo sguardo “Macro” a un livello più basso, un livello che inizia a riguardare il tuo brand. Il modo in cui puoi portare valore anche ora ai tuoi clienti.

Devo dirti che in questi giorni in cui io e Tommaso siamo stati impegnati nella creazione di contenuti per la nostra task force (trovi i nostri contenuti dedicati qui) ci siamo confrontati con diversi brand di fotografi e di aziende. Lo smarrimento dell’imprenditore è comprensibile. L’effetto del tuo brand sui tuoi clienti però non deve passare in secondo piano. L’emergenza (inter)nazionale sta mettendo in primo piano l’analogia nella relazione tra brand e persone. Relazione che, come tu ben sai, hai costruito in un tempo piuttosto lungo. Avere un brand che non comunica sarebbe come se gli amici che frequenti da sempre si dileguassero in un momento di difficoltà invece di starti vicino e aiutarti a superare il momento no. Semplicemente non si fa.

Il valore del tuo brand ti indica la via per comunicare al meglio.
Il valore del tuo brand ti salva dal dubbio.

Il valore del tuo brand al primo posto

Ricordi tutti gli esercizi che abbiamo fatto sul mettere i clienti al centro? Il tuo modello di business deve collegare la tua offerta (in termini di prodotti e servizi) ai bisogni e ai desideri del tuo cliente target. L’unica considerazione certa che possiamo fare al momento è che ciò che sta accadendo ci cambierà come individui (lo spero), come consumatori e come target.

Lo so che anche tu come me hai fatto una grande pulizia di contatti sui social e hai anche preso posizioni in merito a dichiarazioni fatte da aziende e brand su quanto sta accadendo. Così stanno facendo i tuoi clienti.

In questa fase la migliore cosa da fare sembrerebbe essere quella di non lasciarsi prendere dalle frenesia, ma farsi guidare dai propri valori aziendali più autentici per elaborare una strategia adeguata. E farlo con responsabilità. Per questo è necessario mettere in primo piano la tua USP e il ruolo sociale più profondo del tuo brand.

No. Non è davvero il momento di proporre offerte e sconti senza senso. Cerca di fare un breve check in merito a ciò che comunichi al tuo target:

  1. Che tipo di relazione hai con il tuo target? Sei un brand attento ai bisogni del tuo cliente o il tuo cliente rappresenta per te soltanto un nome su un fattura a fine mese? Nessun giudizio ma è molto importante che tu sia sincero con te stesso.
  2. C’è qualcosa che puoi fare per aiutare il tuo cliente? Ovviamente non puoi fargli la spesa ma forse qualche contenuto può allietargli la giornata – ad esempio?
  3. Puoi instaurare un dialogo con il tuo cliente? Attraverso una telefonata, una mail, una diretta con uno scopo preciso.
  4. Puoi ispirare il tuo cliente? E’ il momento di farlo. Ti invito a vedere questi due interessanti progetti fotografici 100 fotografi per Bergamo e Ritratti Isolati

Questo può essere il momento giusto per mettere in pausa la comunicazione di servizio, e aiutare piuttosto, secondo quello che è il proprio ruolo, le persone a vivere meglio il presente. O, in alternativa, costruire una comunicazione che tenga conto delle esigenze del proprio target.

Bellissimo. Ma come lavorerò?

Nella situazione attuale la certezza è che non abbiamo ancora certezze. Per questo motivo insieme a Tommaso abbiamo deciso di parlarti di come fare una valutazione della tua situazione attuale e futura. Non è vero che ogni azienda e ogni brand è uguale all’altra/o. Anche in questo caso vale in nostro mantra “non esistono soluzioni globali per problemi individuali”. Riprogettare il tuo brand per essere pronto a ripartire è un tuo dovere. Se vuoi confrontarti con noi puoi farlo prenotando una consulenza gratuita a questo link.

0 responses on "L’impatto del Covid-19 sul valore del tuo brand."

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tomura S.R.L.S. - C.F. e P.IVA 02611920394 - CCIAA - REA: RA - 217209 - Abbiamo base a Ravenna e a Pesaro in Italia. Privacy Policy  Cookie Policy Termini e Condizioni