Login

Guadagnare con la fotografia: quanti servizi devo fare?

Quanti servizi fare per poter davvero guadagnare con la fotografia è una domanda chiara e diretta, che sempre più spesso ci viene posta durante i One to One e i TomuraLAB. Abbiamo deciso perciò di provare a dare una risposta con questo articolo.

Prima o poi arriva un momento durante il quale anche tu, in quanto fotografo, ti poni questa domanda.

Quando accade significa solo una cosa: non hai controllo sulla gestione economica della tua attività di fotografo.
Mi spingo oltre: probabilmente non hai mai realizzato un business plan prima di dare vita alla tua attività o magari durante gli ultimi anni di lavoro per verificarne l’andamento.

La frase è forte, può infastidire, ma ho bisogno di provocarti perché tu legga attentamente le prossime righe.

Non so quanti servizi dovrei fare per guadagnare con la fotografia: è molto grave?

A mio avviso sì, è grave.
I progetti più stimolanti e ambiziosi spesso falliscono non per la qualità della persona o dell’idea, ma perché non vengono supportati da analisi economiche e progettuali.

La buona notizia è che non tutto è perduto: sei in tempo per recuperare. Come?

Il metodo ottimale sarebbe quello di creare un business plan completo che ti indichi la rotta (possiamo realizzarlo insieme tramite il One to One), ma per iniziare a muovere i primi passi puoi limitarti a calcolare il break even point.

Che cos’è il break even point?

Il Break Even Point, detto anche punto di pareggio tra costi e ricavi totali, è un’analisi che studia la relazione tra costi fissi, costi variabili e il numero di servizi fotografici e/o prodotti venduti.

Il calcolo del punto di pareggio ha un ruolo fondamentale per creare una forte presa di coscienza da parte del fotografo sulla sua attività e per stabilire gli obiettivi commerciali da perseguire durante l’anno lavorativo. Insomma, ti serve per capire davvero come guadagnare con la fotografia.

Il punto di pareggio (o di equilibrio) è il punto in cui i ricavi totali sono uguali ai costi totali.

guadagnare con la fotografia break even point
Esempio semplificato del grafico per il calcolo del punto di pareggio, che viene identificato dal punto in cui la differenza tra i ricavi e i costi totali è zero.

Per il calcolo è necessario identificare alcune variabili, che sono le seguenti:

COSTI FISSI – I costi fissi sono quei costi che non variano al variare della quantità di servizi fotografici realizzati.
I costi fissi non cambiano in alcun modo quando il numero di servizi aumenta o cala in un determinato periodo di tempo.
Esempi? Un costo fisso è l’affitto dello studio fotografico oppure lo stipendio di un dipendente.

COSTI VARIABILI – I costi variabili invece sono quei costi che variano in base alla quantità di servizi o prodotti fotografici venduti.
Qualche esempio: l’assistente o il secondo fotografo che paghi per ogni prestazione durante i servizi fotografici, il video operatore che ti segue durante lo shooting di un matrimonio, ecc.

RICAVI TOTALI – I ricavi totali sono invece l’ammontare totale realizzato grazie alle vendite effettuate ai tuoi clienti, chiamato spesso anche fatturato. In sostanza, si tratta di quanto hai percepito per il lavoro che hai svolto.

PREZZO DI VENDITA – Il prezzo di vendita non è altro che il prezzo a cui vendi il tuo servizio fotografico al netto dell’IVA (che ti consiglio di non includere in questi calcoli).

Come calcolo quanti servizi devo realizzare per guadagnare con la fotografia?

A questo punto puoi applicare una semplice formula utilizzando le variabili viste precedentemente. Otterrai un valore molto importante: il numero di servizi fotografici utili al raggiungimento del punto di pareggio.

COSTI FISSI  /  ( PREZZO di VENDITA – COSTI VARIABILI) = Numero di servizi fotografici

Questa formula è alla base di qualsiasi strategia commerciale e la consideriamo FONDAMENTALE per poter raggiungere obiettivi economici in linea con le proprie aspettative.
Il segreto per guadagnare davvero con la fotografia è tutto racchiuso qui.

Alcune considerazioni sul break even point

Per comprendere a fondo il meccanismo di questa formula, ti consigliamo di analizzare le seguenti considerazioni:

  1. Per coprire i costi della tua attività devi raggiungere un quantitativo di servizi fotografici venduti pari a quello individuato dal Break Even Point.
    Solo con un numero superiore al punto di pareggio, la tua attività raggiungerà gli utili (che garantiscono capacità d’investimento, stipendi, ecc.).
  2. Le attività con costi fissi elevati (ad esempio uno studio fotografico con affitto, utenze, ecc.) hanno un Break Even Point molto alto. In caso di una riduzioni dei ricavi, sarà più facile andare in perdita.
  3. Lo strumento consente di capire come cambia il risultato della tua attività in base ai costi variabili, alle quantità prodotte e vendute, ai prezzi di vendita e alla struttura organizzativa.

Se non ti sei mai approcciato a questo metodo, questo è il nostro consiglio:

Prendi carta e penna, recupera tutti i costi fissi e quelli variabili e prova a calcolare il tuo break even point.

Così facendo, capirai quanti servizi fotografici dovrai realizzare (e vendere) per poter davvero guadagnare con la fotografia.

Se ti trovi in difficoltà, contattaci e verificheremo insieme i tuoi risultati su Skype.

Come hai gestito finora la tua attività? Ci piacerebbe conoscere la tua esperienza!

Photo by Estée Janssens on Unsplash

30/12/2019

0 responses on "Guadagnare con la fotografia: quanti servizi devo fare?"

Leave a Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tomura S.R.L.S. - C.F. e P.IVA 02611920394 - CCIAA - REA: RA - 217209 - Abbiamo base a Ravenna e a Pesaro in Italia. Privacy Policy  Cookie Policy Termini e Condizioni